Ecco Pokémon Let’s Go. La prima volta dei mostriciattoli su Nintendo Switch

I Pokémon invadono il salotto di casa. I piccoli mostriciattoli inventati da Satoshi Taijiri 22 anni sono una delle ultime icone dell’industria del videogioco.

Oggi debuttano per la prima volta sulla console Nintendo Switch e l’intento sembra quello di gettare un ponte tra il successo planetario dell’app per smartphone Pokemon Go e i giocatori affezionati di Pikachu ed Eevee. Le citazioni non sono causali visto che parliamo di due titoli (Pokémon Let’s Go Pikachu e Pokémon Let’s Go Eevee) formato famiglia, leggeroni e disinvolti che magari – lo scriviamo subito – faranno storcere il naso ai culturi della serie più interessati agli aspetti competitivi. Hanno però l’indiscusso pregio di riportare il giocatore ai tempi del GameBoy, allo spirito di puro collezionismo che ha spinto piccoli e grandi a spendere ore di tempo per acchiapparli tutti e popolare il proprio Pokedex.

Per i cultori della serie siamo dalle parti di Pokémon Giallo, e si parte sempre da Biancavilla. La scelta sembra quella di mettere insieme tanti elementi del passato. Ci sono i riferimenti alle serie di cartoni animati dal titolo Pokémon lanciata nel 1997, c’è un senso turistico di scoperta, la caccia di nuovi pòket-monster e il brivido della sfida all’allenatore di turno. Grande attenzione è stata riposta per la cattura degli animaletti. Si usa il controller simulando il lancio della sfera bianco-rossa. Naturalmente si può giocare in coppia e cooperare nella fasi di cattura.

admin Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *